I TAROCCHI E LA BACCHETTA MAGICA - La Via dei Tarocchi di Flo'
l’Associazione “La Via dei Tarocchi” il cui scopo e’ diffondere lo studio e la conoscenza dei Tarocchi in chiave psicologica come specchio dell’anima, per una crescita evolutiva e spirituale interiore, attraverso gli Archetipi dei Tarocchi, per una maggiore consapevolezza e chiarezza di se’ stessi e delle situazioni, utilizzando anche l’energia degli Angeli tramite gli insegnamenti, le carte e i Tarocchi degli Angeli creati da Doreen Virtue e l’energia universale del Reiki.
Tarocchi , Reiki , Angeli , carte , crescita spirituale , anima , Doreen Virtue , consulti , corsi , eventi , letture telefoniche , fiori di bach , tarocchi degli angeli, Tarocci Bologna
51241
post-template-default,single,single-post,postid-51241,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-core-1.1.2,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor-ver-1.8.1,vertical_menu_enabled, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

I TAROCCHI E LA BACCHETTA MAGICA

 

 

I Tarocchi, come qualsiasi altro strumento, non sono la bacchetta magica per risolvere i problemi.
Una buona lettura di Tarocchi non deve fornire risposte ma formulare domande.
Una lettura di Tarocchi utile, è quando alla fine del consulto al consultante si attivano e smuovono idee e domande su cosa può fare per cambiare la sua situazione.
Quando si smuovono i meccanismi che lo rendono intrappolato in schemi bloccanti e ripetitivi. Quando si attivano energie per agire. Quando subentra la voglia ed entusiasmo di cambiare. Quando cresce la volontà di fare. Quando si mette in moto l’intenzione e convinzione di prendere una direzione. Ma soprattutto, quando ci si mette in movimento.
I Tarocchi sono uno strumento in grado di fornire tutto questo.
Ma bisogna consultarli nel modo giusto.
Se si vuole una lettura “passiva”, dove ci si aspetta di avere risposte rassicuranti sulla risoluzioni dei problemi senza fare nulla, allora non cambierà niente.
Se invece ci si affida in maniera pro-attiva per capire cosa si può fare per risolvere un problema, allora si che i Tarocchi diventano la bacchetta magica.
Cosa molto importante, bisogna avere ben chiaro cosa si vuole sapere.
Non esistono “stese” in generale.
Non si può pretendere di avere una risposta se non si pone una domanda.
E come quando si va dal medico per avere una diagnosi con la relativa cura, bisogna spiegare dove si sente male.
Quindi il colloquio e lo scambio verbale col consultante, è fondamentale per una buona lettura di Tarocchi.
Questo è il metodo di lettura che in questa Associazione viene proposto.
Per letture passive e divinazioni sul futuro, non siamo chi li può fornire.